Stampa

Angelo nacque a Foligno nel 1226 dalla nobile famiglia dei Conti.

Negli anni 1293 e 1297 si trovava a Gubbio.

Dopo la grande unione dell’Ordine Agostiniano, avvenuta nel 1256 per volontà della Santa Sede, fondò conventi agostiniani nel centro Italia tra i quali anche uno nella sua città natale.

Si distinse per pazienza, spirito d’orazione, mortificazione e pietà.

Morì a Foligno il 27 agosto 1312.


Il beato Angelo nacque a Foligno nel 1226 dalla nobile famiglia dei Conti. Divenuto agostiniano prima della Grande Unione del 1256 nel gruppo eremitico dei Giamboniti, fu uno dei protagonisti della storia dell’Ordine nel primi decenni della sua esistenza. Fondò infatti il convento di Foligno e altri conventi della Provincia agostiniana umbra. In documenti del 1293 e del 1297 è di comunità a Gubbio. Morì a Foligno il 27 agosto 1312. Leone XIII ne approvò il culto nel 1881. Le sue reliquie riposano nella chiesa di sant’Agostino a Foligno. Il beato Angelo si distinse per la pazienza, lo spirito di preghiera e di penitenza.


Dal comune dei Pastori: per un sacerdote, oppure dal Comune dei Santi e delle Sante: per un religioso.

Colletta

Signore Dio nostro, ti rivolgiamo la nostra umile preghiera nella memoria del beato Angelo: per sua intercessione concedici di impegnare la nostra vita nella ricerca di te e nel servizio ai fratelli. Per il nostro Signore Gesù Cristo, tuo Figlio, che è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli.


A Foligno in Umbria, beato Angelo Conti, sacerdote dell’Ordine degli Eremiti di Sant’Agostino, insigne per le penitenze e l’umiltà e paziente davanti alle offese.


Fonti:

P. Bruno Silvestrini O.S.A., http://www.santiebeati.it/Detailed/90144.html 

 

Categoria: Santità nella Famiglia Agostiniana
Disponibile anche in:  Español    English 
Visite: 410