395. Compito dei Consiglieri è di aiutare il Priore Provinciale nel governo della Provincia con prudenti consigli e diligente cooperazione. Insieme al Priore Provinciale essi costituiscono il Consiglio della Provincia.

396.

a) Il Priore Provinciale convochi tempestivamente i Consiglieri tramite il Segretario, e notifichi loro il tema da trattare e la data della sessione, affinché con il loro consenso o consiglio prenda le debite decisioni.

b) Tutti i Consiglieri devono essere convocati per la sessione, ma è sufficiente la presenza della metà di essi, oltre al Priore Provinciale, perché il Consiglio possa svolgere le sue funzioni.

397. Tutti i Religiosi della Provincia hanno il diritto di inviare al Consiglio Provinciale proposte utili al bene della Provincia.

398. Nelle sessioni del Consiglio Provinciale devono essere trattate tutte quelle questioni che le Costituzioni gli affidano. Spetta al Consiglio emanare decreti per tutta la Provincia quando ciò sia richiesto dalla necessità o dall’utilità. I decreti hanno valore solo fino al successivo Capitolo.

399. Le elezioni e le nomine devono essere fatte a suffragio segreto e annotate nei registri della Provincia con la firma del Priore Provinciale e dei Consiglieri.

400. Se qualche Consigliere cessasse dal suo ufficio, per decesso o altri motivi, fuori dal Capitolo, il Priore Provinciale con il consenso del suo Consiglio ne elegga un altro. L’eletto ha bisogno della conferma del Priore Generale.

401. L’Economo Provinciale, che non può essere il Priore Provinciale, ha il compito precipuo di curare i beni della Provincia che deve amministrare sotto la direzione del Priore Provinciale, in conformità ai nn. 491-505 e agli Statuti della Provincia.

402. Il Segretario della Provincia aiuti il Priore Provinciale con l’azione e il consiglio. Nelle sessioni ha diritto di parola, ma non ha voto; tenga in ordine i registri della Provincia e trascriva ciò che è degno di nota.

403. Vi siano Maestri di spirito per i diversi periodi di formazione e abbiano le qualità indicate nel Capitolo IX.

404. I Reggenti degli studi curino l’ordinamento e la promozione degli studi secondo le necessità di ogni Provincia. 

405. L’Archivista della Provincia adempia il suo ufficio a norma del n. 138.

406. Il Sacrista della Provincia ha il compito di registrare scrupolosamente in un apposito libro le Messe ricevute e di farle celebrare quanto prima.

407. Quanto è detto in questo capitolo riguardo agli ufficiali della Provincia, si deve intendere anche riferito, con i dovuti cambiamenti, agli ufficiali delle altre Circoscrizioni.